Sportello
 
ACCONCIATORE
  • ADEMPIMENTI

Sono due gli interlocutori attraverso i quali ottenere le autorizzazioni previste dalla legge per poter avviare l’attività scelta: il Comune ela Cameradi Commercio. In un’ottica di semplificazione, infatti, sono stati messi a disposizione degli utenti due strumenti tenuti rispettivamente dai due enti:la Comunicazione Unica(ComUnica) on line, messa a punto dalla Camera di Commercio e lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) presso il Comune, che possono interagire tra loro sulla base di apposite convenzioni e provvedere ai diversi adempimenti, rendendo più agile l’iter di apertura della nuova attività.

Comunicazione Unica

ComUnica permette di ottemperare agli obblighi di legge verso Camere di Commercio, Agenzia delle Entrate, Inps e Inail, inoltrando la comunicazione unica ad un solo destinatario che si fa carico di trasmettere agli altri enti le informazioni di competenza. 

CAMERA DI COMMERCIO

Se artigianale, l’impresa di acconciatura deve obbligatoriamente iscriversi all’Albo delle Imprese artigiane, tenuto dalla Commissione provinciale dell’artigianato presso la locale Camera di Commercio. Qualora l’impresa sia commerciale e si avvalga dell’opera di uno o più acconciatori, si deve iscrivere al Registro delle Imprese. Il termine, in entrambi i casi, è di trenta giorni dall’inizio dell’attività. L’iscrizione all’Albo artigiani fa nascere l’obbligo del versamento dei contributi previdenziali.

AGENZIA DELLE ENTRATE E UFFICIO IVA

L’acconciatore deve scegliere il regime fiscale a cui assoggettarsi per poter aprire la propria posizione presso l’Ufficio Iva ed ottenere il rilascio del numero di Partita Iva e/o il codice fiscale dell’impresa.

ISTITUTO NAZIONALE PREVIDENZA SOCIALE

L’apertura della posizione previdenziale viene effettuata per il titolare, per i soci e per i collaboratori familiari che lavorano nell’impresa artigiana.

ISTITUTO NAZIONE PER L’ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

L’imprenditore deve, al momento dell’inizio dell’attività, presentare la denuncia di iscrizione per avere la copertura assicurativa dell’INAIL; egli ha l’obbligo, inoltre, della tenuta del registro infortuni, paghe e matricola qualora si avvalga di personale dipendente (soggetto anch’esso all’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni). Qualora vi siano due o più unità lavorative (es. titolare e collaboratore, oppure due soci) è obbligatoria la tenuta del solo registro infortuni.

Per creare un’impresa basta accedere all’ufficio online del Registro imprese delle Camere di Commercio e registrarsi. Registroimprese.it mette a disposizione degli utenti una guida da consultare in formato testo o video per completare la procedura.

Il sistema prevede alcuni requisiti di base:

  • Firma digitale per firmare la pratica di Comunicazione Unica (con lo stesso valore legale della firma autografa).
  • Registrazione: per spedire la pratica di Comunicazione Unica è necessario essere registrati ed aver sottoscritto il contratto con la Camera di Commercio.
  • Casella di Posta elettronica certificata.

Per ottenere i requisiti di base e informarti meglio vai a www.digitpa.gov.it.

SUAP - Sportello Unico per le Attività Produttive

Con l’entrata in vigore del DL 31.5.2010 n. 78, convertito nella Legge 30 luglio 2010 n. 122, l’impresa può iniziare a operare inviando contestualmente alla Comunicazione Unica, anche la Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA) al SUAP, la quale secondo le disposizioni del D.P.R. 160/2010, deve essere inviata esclusivamente in modalità telematica. Qualora il Comune non avesse ancora ultimato l’iter necessario per dotarsi di tale sistema telematico, bisognerà utilizzare la previgente modalità cartacea e rivolgersi al COMUNE.

La SCIA deve essere presentata al momento dell’inizio dell’attività e contiene le autocertificazioni necessarie per documentare il possesso dei requisiti professionali e morali previsti dalle leggi in vigore. In essa deve essere indicato il nominativo del responsabile tecnico. Trattandosi di una semplice segnalazione, consente di avviare immediatamente l’attività corredata dalla seguente documentazione:

  • Attestato di qualificazione professionale (eventualmente dotato di certificazione della qualificazione professionale rilasciata dalla Camera di Commercio)
  • Contratto di locazione dell’immobile in cui si svolge l’attività o contratto di compravendita 
  • Autorizzazione sanitaria rilasciata dalla Asl (previa presentazione della planimetria del locale e del certificato urbanistico di agibilità)
  • Nomina di un responsabile tecnico, che deve essere presente durante lo svolgimento dell’attività e che deve essere in possesso dell’attestato di qualificazione professionale (spesso coincide con la persona del titolare).
  •  Dichiarazione sostitutiva o certificato carichi pendenti (assenza di condanne penali)

Impresa in un giorno

Sarà presto attivo con la sua piena funzionalità - quando la legge di riforma degli Sportelli unici avrà concluso il suo iter operativo - il portale www.impresainungiorno.gov.it. Si tratta del sistema nazionale a supporto della rete degli Sportelli unici delle attività produttive, che rappresenta il punto unico di contatto (PSC) previsto dalla Direttiva Servizi del Parlamento e della Commissione Europea. (Direttiva 123/2006/EC).