Sportello
 
AGRICOLTORE BIOLOGICO

 

L’agricoltore biologico è colui che esercita la coltivazione di un terreno, la selvicoltura, l’allevamento di animali e le attività connesse rispettando e promuovendo la biodiversità ed escludendo l’utilizzo di prodotti di sintesi (tranne quelli ammessi dall’Ue) e di organismi geneticamente modificati

L’agricoltore biologico può, in caso di necessità, destinare parte del terreno alla coltivazione tradizionale, purché rispetti le distanze e le modalità richieste dalla legge per tutelare i fondi destinati ai prodotti biologici e alle attività connesse.

L’imprenditore può vendere i suoi prodotti in proprio, esercitando il commercio ambulante o quello fisso, oppure può avvalersi delle piattaforme di commercializzazione messe a disposizione dalle associazioni di produttori di alimenti biologici.

L'agricoltore biologico, come quello tradizionale, deve possedere una grande passione per il lavoro a contatto con la natura, una dote imprescindibile per svolgere questo mestiere. Ma non sufficiente: le fondamenta di una solida azienda «verde» sono prima di tutto le capacità imprenditoriali per valutare quale mercato possono avere i propri prodotti e di conseguenza, per calcolare se l'iniziativa sarà in grado di produrre un reddito soddisfacente. Importanti anche una buona resistenza alla fatica fisica, spiccata propensione al lavoro manuale e buone doti organizzative, sia per la normale gestione dell'azienda e dei sui cicli che per la gestione dei collaboratori.