Sportello
 
INFERMIERE

L’infermiere svolge una professione di responsabilità, che negli ultimi anni è stata oggetto di trasformazioni, dirette a riconoscere autonomia e professionalità a questa figura fondamentale dell’ambito sanitario, elevandone le competenze.

L’infermiere assiste i malati e i disabili e garantisce loro la corretta cura, sulla base delle indicazioni terapeutiche del personale medico; preordina e gestisce gli interventi di assistenza infermieristica e di primo soccorso.

Per poter esercitare la professione infermieristica, la normativa richiede oggi il titolo universitario, concreto riconoscimento dell’importanza di questa figura professionale.

L’infermiere deve avere nozioni di anatomia, fisiologia e patologia e conoscere le scienze mediche nelle loro diverse articolazioni; è inoltre opportuno che conosca le apparecchiature e la terminologia tecnico-scientifica e che abbia buone doti comunicative e relazionali, per poter dare un sostegno professionale e psicologico ai malati, educandoli alla gestione del dolore e delle terapie una volta fuori dal circuito ospedaliero. E’ importante, inoltre, che l’infermiere conosca le norme di sicurezza degli impianti e dei posti di lavoro, garantendone l’applicazione.  In ogni caso l’infermiere opera secondo un codice deontologico che lo porta a garantire il rispetto dei diritti fondamentali della persona e dei principi etici della professione, riconoscendo la salute come bene fondamentale e impegnandosi a tutelarla in ogni modo.

L’infermiere può lavorare presso strutture sanitarie pubbliche o private, ospedaliere o ex ospedaliere o nell’ambito dell’assistenza domiciliare.

Le strutture pubbliche in cui instaurare rapporti di lavoro dipendente sono:

  • Aziende Sanitarie locali (Asl): in cui si accede tramite concorso pubblico;
  • Enti convenzionati come quelli di ricerca oppure cliniche universitarie;
  • Case di cura e di riposo.